Marco Santinoli su omnichannel marketing per la grande distribuzione

Cos’è l’ Omnichannel marketing? Lo abbiamo chiesto a Marco Santinoli, professionista della consulenza strategica per aziende, autore di una serie di pubblicazioni in materia di comunicazione e marketing per la grande distribuzione organizzata. Omnichannel, leggiamo nel blog di Marco Santinoli, è un neologismo che serve a illustrare una strategia aziendale. Santinoli cita Frost & Sullivan, riportati anche nell’enciclopedia libera Wikipedia, parlando di omnichannel come di “esperienze dei clienti di alta qualità senza interruzioni e senza sforzo che si verificano all’interno e tra i canali di contatto”. Quando si tratta di marketing è semplicemente l’integrazione e la cooperazione dei vari canali impiegati per interagire con i consumatori, con l’obiettivo di creare un’esperienza di marca coerente. Ciò include i canali fisici (ad es. negozi) e digitali (ad es. siti web). L’obiettivo di una strategia di marketing omnicanale è creare un’esperienza utente comoda e senza interruzioni per i consumatori e che questa offra molte opportunità di realizzazione. 

Una strategia del genere è in grado di offrire ai consumatori la possibilità di trovare ciò che cercano ma anche di poterlo acquistare online, in negozio o una combinazione di queste due opzioni, ad esempio “acquista online e ritira in negozio”. Oggi, le aziende e i piccoli business di qualsiasi settore sfruttano le strategie omnicanale, ricorda Marco Santinoli. Ad esempio, nel campo della sanità, della vendita al dettaglio, del beauty, della tecnologia e altro ancora, il multichannel è una strategia molto utilizzata,

Il marketing multicanale si presenta come la perfetta integrazione di branding, messaggistica e punti di contatto online e offline mentre i consumatori si spostano lungo il funnel di vendita, consentendo un’esperienza cliente più incisiva. Il marketing omnicanale adotta una visione incentrata sul consumatore. I consumatori possono ora interagire con i marchi su innumerevoli canali, dai social media alle linee del servizio clienti. Un approccio omnicanale garantisce al consumatore un’esperienza positiva e coerente su ciascun canale, offrendo alcuni elementi chiave:

– Tono e visione del marchio coerenti e identificabili

– Messaggistica personalizzata in base a interessi specifici

– Contenuto informato dalle interazioni passate e dalla fase attuale del percorso dell’acquirente

Un marchio identificabile semplifica il riconoscimento del marchio, mentre la personalizzazione basata sugli interessi e sulla cronologia degli acquisti rende i clienti più inclini a interagire con i contenuti del marchio su tutti i canali.

Qual è la differenza tra multicanale e omnicanale?

Se sei nel commercio o nel marketing digitale, probabilmente avrai già sentito parlare di omnicanale e multicanale. Dato che entrambi implicano l’utilizzo di più di un canale di marketing per coinvolgere i clienti, potrebbe essere difficile distinguerli.

Per aiutarti a scegliere l’approccio giusto per la tua attività, ti offriamo una panoramica approfondita della differenza tra marketing omnicanale e multicanale. Sebbene omnicanale e multicanale siano entrambi concetti basati sull’idea di coinvolgere i consumatori su più piattaforme, non sono intercambiabili. Multicanale esamina il canale specifico e come verrà completata la transazione. In alternativa, l’omnichannel tiene conto del fatto che il percorso del cliente può estendersi su più canali e cerca di creare la migliore esperienza man mano che i consumatori si spostano tra di loro. Ogni interazione è un punto di contatto su un percorso, che porta a una conversione. Su questo punto è stato molto chiaro Marco Santinoli nel suo blog.

Il multicanale è molto più semplice nella sua intenzione, che è quella di distribuire contenuti e pubblicità su vari canali. Una strategia multicanale rende un’azienda disponibile per i consumatori online, su carta stampata, in negozio, ecc. Il consumatore può scegliere dove desidera interagire con il marchio, tuttavia, i contenuti e gli impegni all’interno di questi vari canali sono spesso molto isolati. Tenendo presente questo, il multicanale riflette maggiormente le operazioni, raggiungendo tutti i canali appropriati, mentre l’omnicanale riflette maggiormente l’esperienza complessiva del cliente.

L’Omnichannel rende i marchi accessibili anche attraverso i canali online oltre che offline, tuttavia, fa un ulteriore passo avanti per garantire un’esperienza integrata e senza interruzioni su ciascuno di essi. Man mano che i consumatori si spostano su dispositivi e piattaforme online e offline, le attività sono fluide e i messaggi vengono informati da incontri precedenti. Un approccio omnicanale consente alle organizzazioni di adottare davvero un approccio incentrato sul consumatore che tiene in primo piano il percorso completo del cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *